RSS icon Email icon Home icon
  • Legge di stabilità 2013

    Posted on January 10th, 2013 admin No comments

    Legge 24 dicembre 2012 n. 228

    pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2012

     

    Vediamo in breve alcune delle principali novità contenute nella legge di stabilità 2013, approvata in via definitiva dal Parlamento.

      

    Deduzioni e detrazioni

    Per i redditi superiori a 15 mila euro annui dal 2012, viene prevista una franchigia di euro 250 ed un tetto massimo di euro 3 mila, per le spese detraibili.

     

    Sono detraibili le erogazioni liberali in denaro al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato per un importo pari al 19% dell’onere.

    Detrazioni per i figli a carico

    Dal 2013, quindi valevole per la dichiarazione UNICO 2014, le detrazioni per figli a carico aumentano da 800 a 950 euro per ciascun figlio, se il figlio ha meno di tre anni la detrazione passa da 900 a 1220 euro,  se portatore di handicap un ulteriore aumento di 400 euro, se il figlio fa parte di una famiglia numerosa con più di tre figli a carico ulteriore aumento di 200 euro per ogni figlio. Tali detrazioni diminuiscono all’aumentare del reddito familiare.

     La legge di stabilità 2013 ha anche prorogato al 2013 la detrazione per carichi di famiglia in favore dei contribuenti non residenti. Una detrazione questa che spetta a condizione che le persone cui si riferisce abbiano un reddito complessivo non superiore, a 2.840,51 euro (compresi i redditi prodotti all’estero), e che, nel paese di residenza, non si fruisca di alcun beneficio fiscale connesso ai carichi familiari.

     

    IVA

    Aliquote Iva

    Dal 1 luglio 2013 l’Iva passerà dal 21 al 22%, entra quindi pienamente in vigore l’aumento già ventilato da parecchi mesi e che rappresenterà una delle maggiori fonti di entrata. Tuttavia ancora una speranza viene lasciata, se le entrate fiscali e previdenziali saranno positive l’aumento dell’Iva potrà ancora slittare. Restano invariate le aliquote del 4% e del 10%.

     Intermediari finanziari

     

    I servizi prestati da intermediari finanziari per la gestione individuale dei portafogli fino ad ora esenti diventano imponibili ad aliquota ordinaria. L’Iva si applicherà alle operazioni effettuate a cominciare dal 1° gennaio 2013.

     Fatturazione

    Obbligo di fatturazione per tutte le operazioni carenti del requisito territoriale fino ad ora escluse. Sulle fatture emesse nei confronti di soggetti passivi UE andrà indicata la dicitura “Inversione contabile” su quelle emesse nei confronti di soggetti extra UE “operazione non soggetta”.

    Le operazioni carenti del requisito territoriale concorreranno dal 1 gennaio 2013 al volume d’affari, ma non verranno prese in esame per il calcolo del plafond.

    Dal 1° gennaio inoltre sulla fattura andrà indicata la partita Iva del cliente o il codice fiscale se privato. Fino ad ora questo obbligo non esisteva anche se i recenti obblighi di elenchi relativi allo spesometro avevano ripristinato l’obbligo di richiederlo. Quindi, in sostanza, si tratta di una evidenza in fattura di un elemento che dovrebbe già essere a conoscenza dell’impresa o professionista che emette fattura.

    Per le fatture di importo inferiore a 100 euro viene introdotta una fattura semplificata che potrà contenere in luogo dei dati dei cliente solo la partita Iva o il codice fiscale e l’importo della prestazione o cessione comprensiva di Iva.

      

    IRPEF

    Diminuiscono dal 2013 i primi due scaglioni: dal 23% al 22% per i redditi fino a 15 mila euro e dal 27% al 26% per i redditi fino a 28 mila euro.

    Reddito dominicale e agrario

     

    Dovranno essere rivalutati del 15% i redditi dominicali e agrari dei terreni ai fini delle imposte sui redditi e del 5% per gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. L’applicazione sarà attiva per i periodi di imposta 2013, 2014 e 2015.

      

    IRAP

    Tra le novità in tema di imprese e lavoro, la legge di stabilità 2013 incrementala deduzione Irap. In particolare si stabilisce che dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2013, viene corretto al rialzo l’importo deducibile dall’Irap, per favorire i contratti di lavoro a tempo indeterminato e l’assunzione di donne e giovani. In particolare, lo sconto sull’imponibile passa da 4.600 euro a 7.500 euro per ogni dipendente assunto a tempo indeterminato nel periodo d’imposta di riferimento, e da 10.600 euro a 13.500 euro se l’assunzione riguarda donne o giovani al di sotto dei 35 anni. Più significativo anche il vantaggio previsto invece per i contratti stipulati nelle zone economicamente più deboli, cioè nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. In queste aree, la deduzione arriva, in via generale, per ogni dipendente impiegato assunto, a 15.000 euro contro i precedenti 9.200, mentre l’agevolazione per donne e giovani sale da 15.200 a 21.000 euro.

    Non possono beneficiare delle deduzioni le pubbliche amministrazione, le banche, le assicurazioni, gli enti finanziari, le aziende che operano in concessione e a tariffa nei comparti energia, acqua, trasporti, infrastrutture, poste, telecomunicazioni, raccolta e depurazione delle acque di scarico e della raccolta e smaltimento rifiuti.

    Sempre in tema di Irap, la legge di stabilità 2013 introduce l’esenzione Irap dal 2014 istituendo un Fondo destinato a escludere dal pagamento dell’Irap, le persone fisiche che svolgono attività commerciali, arti e professioni, senza avvalersi di lavoratori dipendenti o assimilati e impiegando, anche mediante locazione, beni strumentali di valore non superiore al limite che sarà determinato da un decreto del Ministero dell’Economia e Finanze.

    IMU 2013

    Dal prossimo anno, la legge di stabilità 2013 ha previsto che il gettito IMU passerà tutto ai Comuni, tranne quello per gli immobili ad uso produttivo (capannoni ed opifici) che verrà attribuito allo Stato e la cui aliquota base viene fissata allo 0, 76%.

    Viene introdotta l’Imu sugli immobili della Chiesa dal 1° gennaio 2013.

    Affrancamento Terreni

    Riaperti i termini per la rideterminazione del valore dei terreni posseduti alla data del 01/01/2013  con possibilità di redigere la perizia e il pagamento entro il 30/06/2013.

    Tobin Tax

    Nel corso del 2013 con entrata in vigore differenziata (1 marzo e 1 luglio 2013) entrerà in vigore una nuova imposta sulle transazioni finanziarie comprese tutti i passaggi di azioni, strumenti finanziari, derivati e negoziazioni ad alta frequenza (sono esclusi i titoli di Stato).  L’imposta è pari allo 0,2% del valore della transazioni con delle eccezioni che potranno vederla ridurre o anche aumentare nel corso del 2013.

    Prevista un’ulteriore imposta dello 0,02% per le operazioni prettamente speculative. Solo per il 2013 l’aliquota sarà dello 0,22%.

     

    IVIE e IVAFE (Imposte sui beni immobiliari e mobiliari detenuti all’estero)

    La legge di stabilità conferma le regole IVIE e IVAFE ma ne cambia la decorrenza: non più dal 2011 ma dal 2012. Pertanto il pagamento che è stato effettuato nel luglio 2012 a saldo 2011 verrà considerato acconto di imposta 2012 da verificare nel 2013.

    L’aliquota base IVIE dello 0,76% potrà essere decurtata dal credito d’imposta pari alla patrimoniale versata nello Stato ove si trova l’immobile.

    L’applicazione dell’aliquota ridotta allo 0,4% per le abitazioni principali, inizialmente prevista per i soli dipendenti dello Stato, di un ente locale o di un ’organizzazione internazionale cui aderisce l’Italia, viene estesa alla generalità dei contribuenti. Inoltre, non concorrono alla formazione del reddito complessivo, oltre agli immobili situati all’estero adibiti ad abitazione principale e alle relative pertinenze, anche quelli, sempre situati all’estero, non locati, qualsiasi sia la loro destinazione.

     

    Auto aziendali

    Deduzione dei costi auto ridotta al 20%. Ancora non era entrata a regime la riduzione della deduzione dal 40% al 27% che già viene modificata, naturalmente in peggio. Tutte le auto aziendali vedranno quindi ridotta la deduzione dei costi al 20% su un costo massimo dell’auto di 18.075 euro.

    Resteranno deducibili al 100% i costi delle auto esclusivamente strumentali (con precisi requisiti all’atto dell’immatricolazione) e quelli relativi agli autocarri.

    Gli agenti di commercio continueranno a dedurre l’80% sul costo massimo dell’autovettura di Euro 25.822,84, mentre i contribuenti cosiddetti “Minimi” continueranno a dedurre il 50%.

    L’auto in uso al dipendente per la maggior parte dell’anno, potrà essere considerata deducibile per il 70%; percentuale modificata dalla legge Fornero (prima era il 90%).

     

    Cartelle pazze e debiti fiscali minori

    La legge di stabilità 2013 riscrive alcune norme sulla riscossione. In particolare si stabilisce che se arriva una cartella pazza, è possibile, entro 90 giorni dalla notifica, presentare al concessionario della riscossione una motivata richiesta di annullamento.

    In assenza di comunicazioni nei successivi 220 giorni, le somme saranno cancellate d’ufficio.

    Decorsi sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di stabilità, i debiti iscritti in ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, di importo non superiore a 2.000 euro (compresi interessi e sanzione), saranno automaticamente cancellati. L’annullamento avrà decorrenza a partire dal 1° luglio 2013.

    La legge di stabilità 2013 prevede anche che per debiti fiscali fino a 1.000 euro, il concessionario, nell’ambito della riscossione coattiva, dovrà inviare un avviso al debitore tramite posta ordinaria e solo dopo che siano decorsi 120 giorni, potrà avviare le azioni cautelari ed esecutive.

      

    TARES

    Dal 1° gennaio 2013 viene introdotta la nuova tassa sui rifiuti e i servizi che sostituisce TIA e TARSU e sarà pagata a partire dal 1° aprile 2013 quando scatterà la prima rata. Sarà costituita da due quote: una per coprire tutti i costi di raccolta e smaltimento rifiuti e l’altra per coprire i costi relativi ai servizi cosiddetti indivisibili dei Comuni.

    Assicurazioni

    Aumentata l’imposta dovuta sulle riserve matematiche dei rami vita, il che prevede aumento dall’attuale 0,35% allo 0,5% per il 2012 (in deroga allo Statuto del contribuente) e aumento dell’attuale 0,35% allo 0,45% dal 2013 in poi.

     

    Garante per la riscossione

    Nascerà un comitato di indirizzo e verifica dell’attività del gruppo Equitalia, l’insediamento accadrà con decreto attuativo del Mef da emanarsi entro il 30 giugno 2013.

    Congedi parentali

    A partire dal 1° gennaio 2013, ciascun genitore lavoratore, nei primi otto anni di vita del figlio, potrà astenersi dal lavoro per un periodo massimo di 10 mesi, complessivo tra padre e madre, fruibile anche a ore; i Ccnl dovranno dettare la specifica regolamentazione. Il padre e la madre, alternativamente, possono beneficiare anche di permessi per la malattia del bambino, che deve essere documentata dal medico curante con certificato trasmesso in via telematica direttamente all’Inps.

    Giustizia amministrativa

    Aumenta il contributo unificato per tutti i tipi di procedimento.

    Introdotta l’obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali e disciplinate le notificazioni telematiche a mezzo PEC.

     

    P.E.C. (posta elettronica certificata) per le imprese individuali

    Il DL n. 179/2012 (cosiddetto “decreto legge sviluppo”) ha introdotto anche per le ditte individuali l’obbligo di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) nel corso del 2013.

    In particolare, nella legge di conversione del DL n. 179/2012 viene precisato l’obbligo di comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata per le imprese individuali, che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane, dal 20 dicembre 2012 (giorno successivo all’entrata in vigore della Legge in esame).

    Le ditte individuali già iscritte, non soggette a procedure concorsuali, invece, dovranno depositare presso il Registro delle Imprese il proprio indirizzo PEC entro il 30.06.2013.

    Leave a reply